Blog

  • 28
    Feb
    18

    floral design

    Il social media marketing per floral designer

    social media marketing floral designer

    Ci piace pensare che Facebook, Instagram, Pinterest o qualsiasi altro social siano solo un mezzo, uno strumento. Non buoni né cattivi di per sé, né macchine da soldi (te ne sarai accorta anche tu, vero?) ma che hanno utilità per il tuo business in funzione a come li utilizzi. E tu, come li usi?

    Cosa pensiamo dei floral designer sui social network

    Nell’ultimo periodo ci è capitato di rapportarci con diversi floral designer, ognuno con il suo stile e la propria unicità, ma non tutti così consapevoli del loro valore aggiunto e di come potersi distinguere.

    In generale, dalla nostra analisi è emerso che ci sono professionisti che spiccano anche per la loro presenza on-line, per la loro capacità di creare Instagram Stories coinvolgenti e bacheche da effetto WOW, e che mantengono una coerenza stilistica anche off-line: il loro fattore vincente è la chiarezza di posizionamento sul mercato. Sanno a chi stanno parlando, a chi vogliono puntare come cliente, quali sono i lavori che possono attrarlo. E spingono molto sul personal branding (argomento di cui parleremo presto, te lo promettiamo!).

    E poi ci sono tutti gli altri. E sono la maggior parte. Che non hanno tempo, che sono presi e persi nell’organizzazione aziendale, del negozio, dei preventivi e dei sopralluoghi, che lasciano che la loro comunicazione e il marketing vadano alla deriva, spesso poi criticando l’inefficacia della comunicazione on-line.

    Onestamente, in quale caso ti trovi?

    Come pensiamo sia migliorabile la presenza on-line

    Il floral design che lavora nel mondo dei matrimoni spesso non ha un contatto diretto con il fotografo dell’evento (punto su cui si può lavorare per migliorarlo), ma ha la fortuna di essere sul campo nell’allestimento.

    Un momento importante, concitato, dove spesso non si ha il tempo di fermarsi e fare qualche foto interessante, ma che potrebbe aiutare a raccontare il lavoro dietro le quinte. Il backstage è fondamentale per aiutare le future spose a far capire quanto impegno e dedizione sono necessari per fare questo lavoro, e aiutano a dare corpo ai preventivi che poi sottoporrai.

    Quello su cui devi impegnarti, secondo noi, è un modo diverso di pensare il tuo lavoro e la gestione dei contenuti: il matrimonio che stai fotografando non è fine a se stesso e al suo racconto, ma è la creazione di un archivio per approfondire dettagli, stile e valore aggiunto, da raccontare alle future spose. Nei social network, nel tuo sito, nella newsletter, che sono, appunto, strumenti al servizio

    Che ne dici? Ti ritrovi in questa nostra visione?

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Iscriviti

    e scarica “Abbiamo un piano!”,
    il nostro template scrivibile direttamente da pc,
    per un piano editoriale a prova di bomba!